lunedì 21 marzo 2011

buona primavera

il nostro forzato week end lungo in semiclausura è finito, ma oggi momo non è andato al nido per precauzione. mamma ha fatto festa, (cosa che dovrà prima o poi recuperare, mangagghia come dice momo!)
e l'aria tiepida della primavera mi ha fatto trascorrere una mattinata così piacevole e allegra con lui che certe volte mi chiedo come mai a volte mi faccia prendere dalla depressione e mi venga da piangere e mi senta così incapace di andare avanti.
è tutto così semplice. posso fare tutto quello che voglio anche con lui.
cammina con la manina senza scappare oppure sta tranquillo nel passeggino. se vuole stare in braccio, gli basta poco poco, poi riprende la sua andatura barcollante e scanzonata. gioca con gli altri bimbi e non fa capricci per andare sui giochi pericolosi, si accontenta dello scivolo piccolo, cade e si rialza e dice cipikkji (accipicchia) e ride. poi al negozio spiega che si lava le sselle (ascelle) col sapone e mostra la meccanica, prende il dentifricio e chiede di aprirlo, ma non si stende nel negozio urlando se gli spiego che lo apriamo a casa per lavare i denti dopo pranzo. dice eh. e si accontenta di tenerlo in mano. sale fino al quarto piano reggendosi alla ringhiera delle scale con una mano e con l'altra a me e davanti alla nostra porta grida eccitato llivàtiiii!!!. mi dice quello che vuole per pranzo e lo mangia, da solo senza fare storie, sbrodolandosi, ma ripulendosi alla meglio. poi mi aiuta a stendere i panni e finitooo!!! urla quando non c'è più niente nella bacinella rossa, poi si strofina alla mia gamba mi chiama e io mi abbasso, si accoccola addosso e dice: ttanco, mamma. tettino. e allora andiamo al suo lettino, si accucciola mi chiede chete (gretel, di hansel e gretel) e si addormenta che i due non sono ancora arrivati alla casina di marzapane.
sono pure riposata. se vado a dormire alle 9 come ieri sera e il MaritoZen mi lascia a letto per una mezz'oretta in più come stamattina sento che posso addirittura scalare una montagna.
ma allora chi era quel nanetto che si aggirava per casa nostra fino a qualche tempo fa?

13 commenti:

A Prova di Mamma ha detto...

uuhhhh! è successo anche a me proprio in questi giorni! La Pupattola è stata con me due giorni di fila 24/7 e siamo sopravvissute! anzi, siamo proprio state bene. Il passaggio ai 18 mesi la sta rendendo più comunicativa, ha un migliore uso del linguaggio (scarso, ma ci stiamo lavorando...) e una proprietà eccezionale del Si ("eh!") e del no ("na!"). Sarà perchè la capisco meglio che mi stresso meno?
PS - ma perchè quando vengo sul tuo sito, anche solo per leggere, mi chiede una user e password?

con il ♥ e le mani ha detto...

ah... anche noi stiamo andando in quella direzione! lentamente, a volte faticosamente, ma ci stiamo muovendo. e stiamo crescendo. ;-)
una abbraccio e un sorriso, linda

Trasparelena ha detto...

hai visto? è arrivato!
è arrivato il momento in cui smetti di fare cose per e inizia fare cose con lui!!
congratulazioni!!!

Anonimo ha detto...

ad maiora! e sei appena all'inizio! è un bel momento sì, quando inizi a vedere che dietro quella nanitudine c'è un piccolo ometto con cui fare le cose insieme!

Tra le foglie del mio giardino ha detto...

Che bello questo post sa proprio di primavera =) ! Qui da noi purtroppo la primavera deve ancora arrivare, c'è un tempaccio umido ed io e i nanetti siamo malaticci dal raffreddore alla febbre passando per il mal di gola, solo il maritino ancora è in piedi! Ma noi non molliamo, prima o poi arriverà anche qui primavera =) !

Nuvole ha detto...

eh, chi era? sempre lui, ma meno di adesso!
cipikkji è una meraviglia, eh! :D

Anonimo ha detto...

Condivido con le altre, è un momento bellissimo quando iniziano a diventare più "autonomi" ed è meraviglioso fare delle cose insieme. Il mio adora cucinare e allora ogni volta è li insieme a me che cucina anche lui per il papà.
Raffa

Owl ha detto...

Allora, in una giornata come questa leggere quello che scrivi mi mette tanta speranza. Succede dunque? Stringo i denti e vado avanti, in fondo hanno 2 mesetti di differenza...
Grazie

Claudia ha detto...

Sono felice che vada meglio cara Caia...
Il tuo momo sta semplicemente crescendo.. e tutte le stanchezze accumulate piano piano si fanno sempre più lievi e meno pesanti..
Sarà anche la primavera magari no?!?
Un abbraccio
Claudia

Silvia ha detto...

Si, ci sono dei momenti di crescita decisamente piu' riposanti ...bisogna approfittarne!!!

caia coconi ha detto...

grazie a tutte, ma dubito si tratti di una fase (visto che oggi e' tornato la iena di un tempo :D ) piuttosto di uno di quei rari momenti che fanno si che uno tiri il fiato. per ora ci accontentiamo di tirare il fiato...

simplymamma ha detto...

cara caia ho letto il post e stavo per risponderti controcorrente: "non ti illudere che poi arrivano i terrible two e i capricci sono all'ordine del momento" e mi sono detta mi odierà per questo commento. poi ho letto il tuo commento e ho detto "ecco appunto".
ci regalano solo una tregua ogni tanto. la mia dopo un periodo bello come il tuo ora sono no per ogni cosa, pianti e lascia faccio da sola anche se questo significa mezz'ora di pianto perchè non riesce da sola a sbottonarsi il giubbotto.
un abbraccio.

lalaiza ha detto...

Oddio che tenerezza le paroline storpiate...