mercoledì 2 febbraio 2011

lenzuola al sole

il silenzio della casa che si svuota mi rimbomba nel petto
vorrei trovare le parole
ma sono accartocciate
in un luogo che non so raggiungere
cerco una via e sembra quella buona
poi una musica mi distoglie
mi riporta a sospiri lontani
a persone ormai distinte
e cerco affannosamente il bandolo
piccola pollicino che raccatta briciole
occhi socchiusi
e il tempo che risuona

trovare il bandolo
attraverso caratteri incrociati
tessere mancanti
e ricomporre un vecchio lenzuolo
la trama di una storia di donna
caparbia sognatrice coraggiosa

il tempo risuona
in controtempo sospinge
come onde sguardi
buio e polvere
tavole di legno e mani

e poi apro le finestre
mi lascio investire da un giorno
di questa vita
di questa donna
di queste mani che riportano
il dolore la fiducia
l'astratto e la sospensione
nelle parole accartocciate
e poi distese
come quel lenzuolo al sole
e le sue pieghe ormai disfatte

10 commenti:

Marlene ha detto...

e bellissima!

Nella mia soffitta... ha detto...

E viaggio trasportata dall'onda sinuosa delle tue parole. Su e giù a disegnare quel lenzuolo steso al sole che tanto profuma di ricordi che non è possibile dimenticare!
A volte succede di cercare affannosamente le cose perse intorno a noi.. per poi scoprire che già le tenevamo ben strette in mano. Il bandolo che tu cerchi penso che sia proprio li.. tra le mani del tuo cuore!
Grazie!

caia coconi ha detto...

@nella mia soffitta hai ragione, sono proprio lì e ogni tanto è bello ingoiare quel piccolo dolore che fa riscoprirle.

Nuvole ha detto...

sarà che personalizzo sempre troppo, sarà che le poesie sono fatte per questo (secondo me), sarà che ero reduce da una rilettura di Kavafis che mi ha lasciata singhiozzante, oggi mi hai davvero incantata... e ispirata!

si vede quando le cose sono scritte col cuore.

bravissima!

PaolaFrancy ha detto...

secondo me se ti guardi un po' più dentro ritroverai quella donna sognatrice e coraggiosa...
un abbraccio, paola

LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA ha detto...

E' stupenda...Complimenti! Non dimentichiamoci mai di quella donna sognatrice e coraggiosa che è in ognuna di noi!!!!

smurzy ha detto...

...si sono li', nel nostro cuore, anzi nella nostra anima...ma a volte vederle, ricordarle fa un male incredibile.... ma quando finisce il dolore ci si riscopre più forti, più consapevoli... più DONNE!

Silvia ha detto...

Se ti va di giocare passa un attimo nel mio blog ...

Mr. Tambourine ha detto...

Oh, che bellezza.
Sono nuovo, ma mi sa che ripasso.

simplymamma ha detto...

ci ho messo molto a commentare queste tue meravigliose parole. le ho lette appena le hai postate ma riesco a esprimermi solo oggi. perchè? perchè ci sto dentro perfettamente, perchè c'è una parte di me che urla per riemergere ma non ce la fa. perchè mi sono persa, perchè mi sento imbavagliata, intrappolata e quel lenzuolo al sole mi sembra così aggrinzito che non posso aspettare che un vento nuovo che per ora non c'è e chissà se mai ci sarà, un vento nuovo che lo distenda, che gli ridia dolcezza e sinuosità. è questo fa male perchè credimi posso solo aspettare quel vento...io sono qui ad osservare...scusa mi sono lasciata prendere la mano.
un bacio e poi ci sentiamo per il volo alle bahamas.:)