lunedì 22 giugno 2009

due

in questi giorni non sono riuscita ad aggiornare per tanti motivi. primo fra tutti lo strazio per una notizia appresa dopo il mio ultimo post, curiosando e cercando di mettermi in pari sui BlogAmici.
sono stata presa da una paura folle, perché purtroppo accade che una mamma debba dire addio al proprio bambino troppo presto. non ci sono molte parole per spiegare quello che si prova ad assistere a qualcosa del genere, ce ne sono ancora meno per spiegare quello che si prova a viverlo, eppure ognuno proietta su di sé, se ne fa un'immagine e non può restare indifferente.
sembra strano come un legame sul filo della rete possa far sentire così vicini, ma è così.
allora vorrei lasciare un pensiero a questa amica, perché trovi la forza di ripartire da dove tutto è cominciato, perché prima di essere tre, si è stati due.

quando saremo due saremo veglia e sonno,
affonderemo nella stessa polpa
come il dente di latte e il suo secondo,
saremo due come sono le acque, le dolci e le salate,
come i cieli, del giorno e della notte,
due come sono i piedi, gli occhi e i reni,
come i tempi del battito
i colpi del respiro.
quando saremo due non avremo metà
saremo un due che non si può dividere con niente.
quando saremo due, nessuno sarà uno,
uno sarà l'uguale di nessuno
e l'unità consisterà nel due.
quando saremo due
cambierà nome pure l'universo
diventerà diverso.

erri de luca - due in solo andata, righe che vanno troppo spesso a capo

questa poesia ha fatto parte dell'incontro col PrincipeAzzurro, quando niente si sapeva, ma tutto era nell'aria. è il nostro punto d'inizio, la nostra unità, a quella mi aggrappo per non avere paura. e la voglio donare a te, amica, come un abbraccio, come una ciambella di salvataggio.

7 commenti:

Maria Chiara ha detto...

comprendo. pur non avendo mai vissuto, sento mio tutto questo pur non essendo ancora mamma.
ci sono state volte, l'ultima non più tardi di sabato scorso, in cui constatare che x l'ennesima volta "era andata male" ho vissuto una "mancanza" incredibile, come un distacco da qualcosa che in realtà none era nemmeno mai esistito.

un abbraccio consolatorio e tieni duro per questi ultimi giorni!

PaolaFrancy ha detto...

conoscevo questa poesia e la trovo meravigliosa.
quando ero incinta è capitato anche a me di venire a sapere una cosa così tremenda, successa proprio ad un' amica molto vicina.
dai, coraggio. sono sicura che nonostante tu sia in un momento fatto di forti e bellissime emozioni, saprai starle accanto e aiutarla a rivivere.
un abbraccio, paola

EricaML ha detto...

Ti abbraccio semplicemente. dai che vogliamo vedere momo!!

2Gemelle ha detto...

di una bellezza straziante, quelle parole.
Un'abbraccio ai 2

S@R@ ha detto...

come ti capisco

Nicky ha detto...

Solo una parola.
GRAZIE

Chiara ha detto...

Mi tocchi sempre il cuore...
per il tuo modo di vivere...
per le parole che trovi nel descrivere una tua emozione..
come questa dedica..
l'amore in una poesia...
Ti sono vicina..
vicina a questa tua amica.. che non conosco...
ma che voglio amare anche io.. in questo momento così triste...
e sono vicina a te Caia...
Un abbraccio dolce e caldo