mercoledì 22 settembre 2010

lettera d'amore

mio piccolo momo
oggi non compi un anno, né un mese, né hai fatto un progresso tangibile e particolare.
oggi è un giorno qualsiasi.
oggi ti sei svegliato col sorriso e hai spalmato il tuo caldino di sonno sulla mia faccia. hai scavalcato il tuo babbo e sei scivolato giù dal lettone coi tuoi piedini scalzi. e io, con gli occhi ancora chiusi, ascoltavo i tuoi passi lungo il corridoio. oggi hai fatto i soliti capricci per farti togliere il pannolino e poi i soliti per fartene mettere un altro. poi sei sgusciato via per andare a controllare che tutte le tue pentoline fossero nella tua cucinetta di legno. oggi ti ci sei seduto davanti e con molto impegno hai smontato la tua caffettiera, mentre in casa si diffondeva un confortante aroma. oggi hai voluto scegliere la tua stellina, tra le tante stelline fatte da me, per farci la zuppetta di latte, appollaiato sul tuo seggiolone. oggi mi hai detto mammammà perché volevi scendere e tornare a giocare. ma poi hai pensato di rimanere un po' in braccio col musetto a ventosa nel mio collo, facendo qualche pernacchia e qualche succhiarello. oggi ti ho messo una delle tue tute da battaglia e mi hai chiesto di metterti le scarpe. ti sei seduto accanto alla porta e mi hai porto i piedini. poi sei rimasto con una sola scarpa e hai voluto fare un giretto così, scivolando e cadendo. oggi hai alzato lo sguardo, hai affondato i tuoi occhioni nei miei e hai detto bumm un po' ironico, un po' sorpreso. oggi sei uscito, sventolando la manina, col tuo babbo. mi hai lanciato un bacino dalle scale e sei andato all'asilo.
oggi ho aspettato un'ora fuori dall'asilo che ti svegliassi dal riposino. e sei arrivato da me con in mano la bustina dei tuoi pannolini, camminando spedito verso di me e acchiappando subito il mio collo perché ti prendessi. oggi, in auto, mentre facevamo un po' di commissioni ingiro, mi sorridevi e ogni tanto ti prendeva proprio la ridarella e aspettavi il rosso perché giocassi al ragno ragno con te. oggi il pomeriggio è passato in fretta, tra il tuo yogurt bevuto per strada e i tuoi capricci di fronte ai no. a casa hai giocato con la palla e hai ballato con ZiaPolly, hai salutato i nonni su skype, dalla tua postazione sulla poltroncina morbida e poi hai iniziato a chiedere pappa pappa. oggi il risotto con la zucca non era di tuo gradimento, mentre hai voluto mangiare la carne da solo, con le mani e staccando i pezzettini a morsi. poi hai voluto i pommm e ne hai mangiati tanti schizzando semini e spiaccicando bucce dappertutto. e poi baban da mangiare da solo con la buccia che ti copre le manine paffute, tutte e due chiuse insieme a tenerla stretta.
oggi ti sei nascosto al buio della camera per fare la cacca e poi sei corso verso di me toccandoti il pannolino tutto orgoglioso.
oggi ti ho fatto una doccetta e mi guardavi con gli occhi liquidi e felici. sei rimasto seduto nella doccia a contare i piedini antiscivolo e gno gno gno, non volevi uscire. oggi il babbo ha improvvisato una canzoncina per riuscire ad asciugarti i capelli col phon e poi tutto sguisciante e scalpitante ho cercato di rimetterti il pannolino e il pigiamino.
oggi abbiamo dato la buonanotte a tutti i giochi e tu sventolavi la manina come la regina elisabetta, hai dato qualche bacino a ZiaPolly e poi ti sei strofinato alla barba del babbo. oggi sei saltato dal mio abbraccio per tuffarti sul lettone e hai iniziato a ridere eccitato perché sapevi quello che ti aspettava. oggi ti sei attaccato a me, vorace e delicato, con la manina a esplorare tutti i morbidi della tua mamma. oggi ti sei addormentato soddisfatto e sereno a pancia in su. con le zampe a granchietto e un sorriso appena accennato.
oggi sono rimasta un bel po' accanto a te ad annusare la tua immobilità piena di respiri, perché quasi mai riesco a godere della tua vista pacata, quasi mai riesco davvero ad osservare i tuoi lineamenti, a sincronizzare i miei battiti ai tuoi, ma a volte ne ho bisogno.
oggi ti ho posato nel tuo lettino e ti sei spinto con la testa nell'angolino, hai girato la testa un paio di volte, hai sollevato il culetto e poi ti sei lasciato andare, a pancia sotto, al sonno che ti aspettava.
oggi è un giorno come un altro, un giorno normale, e oggi mi scoppia il cuore di quell'amore fatto di manine paffute, di capelli appiccicati, di piedini veloci, di occhietti chiusi e labbra che cercano l'amore.

12 commenti:

Improvvisamente in quattro ha detto...

E' poesia, Caia.
Poesia d'amore.

MrsApple ha detto...

E' veramente bella Caia perchè con le tue parole sei riuscita a spiegare e a rendere l'idea come e quanto anche la pura quotidianità, la normalità sia preziosa e densa di sentimento per una mamma che ama il suo cucciolo. Mi sono ritrovata moltisssssimo nel tuo post ;)

PaolaFrancy ha detto...

cara caia, sono ripetitiva, lo so. ma è vero, è la quotidianità che vale tanto.
sai, sono felice che tu sia tornata così carica e serena.

perchè credo che tu sia proprio così.

un abbraccio, paola

simplymamma ha detto...

che parole...c'è l'amore di mamma...un'amore così speciale! grazie le letture dei tuoi post sono sempre bellissime.

con il ♥ e le mani ha detto...

la vita è fatta di giorni normali, ed è di quelli che dobbiamo imparare a godere! brava e grazie!

MammaMaggie ha detto...

ogni giorno, quasi ogni ora. è l'amore che non avevo mai provato, che mi fa correre, la mattina alle 8 già vestita, lavata, pronta, per andare a prendere Superbaby che è rimasto a dormire dai nonni perché proprio non ce la faccio ad aspettare il pomeriggio per baciarlo, abbracciarlo, annusarlo. è qualcosa di più della felicità. grazie Caia, buona giornata.

Carpina ha detto...

mi sento più serena :)

buona giornata caia! e un bacetto al piccolo momo..

Tatina ha detto...

Adoro questa vita fatta di quotidianità e di piccoli gesti!
Grazie

Melie° ha detto...

ma che bella lettera d'amore! è amore puro questo!

solitamente ha detto...

Questo vuol dire Amore della Mamma!
Buon Momo's Day oggi e domani ed ancora oltre!!!

extramamma ha detto...

ciao Caia, è un post bellissimo e tenero che gronda amore.
sono stata un po' troppo assente dal tuo blog ma adesso recupero!
un abbraccio p

diana ha detto...

le tue dichiarazioni d'amore mi han sempre commosso!!!!